“Incontriamoci” per immaginare il futuro!

alcuni relatori
Tra i relatori, la presidente di Anagni Viva

Il Castello Colonna di Patrica, nel pomeriggio di venerdì 27 giugno 2014, si è animato di tante persone per l’incontro organizzato da Antonella D’Emilia e Luca Ascani come naturale sbocco delle tante energie convogliate dalla raccolta firme contro il declassamento della Valle del Sacco da Sito di Interesse Nazionale (SIN) a Sito di Interesse Regionale (SIR). Dell’iniziativa contro il declassamento si è gia molto parlato nei mesi scorsi, ora le oltre tremila firme raccolte sono state consegnate alla Regione Lazio, tramite l’on. Cristiana Avenali e al Parlamento, tramite l’on. Ermete Realacci. Quest’ultimo non ha potuto partecipare di persona all’incontro ma ha voluto comunque inviare un videomessaggio di saluto e di appoggio all’iniziativa informando i numerosi partecipanti di aver presentato –e sollecitato- un’interrogazione parlamentare sull’argomento Valle del Sacco al ministro dell’Ambiente.

patrica2
Giuseppe Patrizi

All’incontro-dibattito di ieri erano state invitate tutte le amministrazioni dei comuni della valle e le associazioni da sempre presenti sul territorio per conoscersi e confrontarsi, oltre alle amministrazioni provinciale e regionale.

La serata è iniziata con il saluto del Commissario Straordinario della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi, che ha ringraziato gli organizzatori e gli intervenuti dichiarando la completa adesione dell’istituzione da lui rappresentata.

Ricco il tavolo dei relatori: per la Regione Lazio erano presenti Mauro Buschini, Daniela Bianchi e Cristiana Avenali; per le associazioni, Francesco Raffa ed Olga Kozarova per Legambiente, Anna Natalia per Anagni Viva, Alberto Valleriani per RETUVASA e Laura Reali per “Pediatri per un mondo possibile”.

patrica3
Fausto Bassetta

Gli interventi sono stati tutti interessanti e seguiti con attenta partecipazione dal pubblico presente nella magnifica sala gremita. Tra i più significativi quello della dottoressa Laura Reali, che ha parlato della attività del gruppo di studio “Pediatri per un mondo possibile” in particolare della evidenza, terribile!, della correlazione tra esposizione ad ambienti inquinati e tumori infantili. La presidente di Anagni Viva, Anna Natalia, ha focalizzato l’attenzione sui danni economici causati dall’inquinamento, citando recentissimi dati di Bankitalia. Fausto Bassetta, uno dei pochi sindaci presenti, ha parlato del recente incendio occorso alla discarica di Colle Fagiolara e di come questo incidente abbia portato i sindaci dell’area nord della Ciociaria e della confinante provincia di Roma a coordinarsi unitariamente mettendo in comune le, sempre ridotte, risorse disponibili. Il “tavolo dei sindaci” si riunirà ancora ad Anagni il prossimo 16 luglio.
Olga Kozarova ha rappresentato la voce dei cittadini, esasperati dalla situazione. Il suo intervento ha toccato le corde del cuore quando, con passione, ha chiesto l’istituzione del registro tumori e una sempre maggiore attenzione delle istituzioni ai problemi ambientali.
Alberto Valleriani ha brevemente ripercorso la storia dell’inquinamento della valle, dai primi insediamenti della BPD a Colleferro ad oggi.
Il luogo scelto per il convegno sembrava rappresentare perfettamente lo spirito della serata: un luogo magnifico, carico di storia e di prospettive per il futuro ma sconosciuto ai più.

Così come la nostra valle.

 

Rita Ambrosino